Powell o Muramatsu: quale il migliore tra i due?

VoxFlauta

New member
8 Novembre 2019
2
0
Buongiorno,
sono alla ricerca di un buon flauto professionale e sto iniziando ad erudirmi sulle varie caratteristiche e peculiarità sonore delle varie marche.
Dovendo fare un'analisi obiettiva, per quali caratteristiche scegliereste un Powell e per quali altre un Muramatsu?
 

WhiteCat

Member
14 Agosto 2019
7
0
Il Powell ha senza dubbio una meccanica migliore. Quelli professionali montano una meccanica sostanzialmente Brogger (praticamente identica alla pinless ultratec Briccialdi).
I Muramatsu (soprattutto quelli costruiti dagli anni 2000 in poi) non hanno molta affidabilità meccanica. Si bloccano spesso e devono essere messe a punto da un bravo tecnico preparato per poter rendere al massimo.
Versante suono, vanno provati perchè è un discorso troppo particolare. Ognuno ha i propri gusti e conformazione di labbra. A me non dispiace ne l'uno e ne l'altro. Il Muramatsu però ha un suono più omogeneo e caldo. Il famoso timbro "muramatsiano".
 

JazzyFlute

Member
11 Settembre 2019
18
0
bisogna sempre provarli. Di obiettivo, nel flauto c'è davvero poco, eccetto che per la meccanica. L'impostazione delle labbra e del modo di suonare è troppo personale.
Io ho un Muramatsu e concordo nel dire che il suono è molto omogeneo e caldo. Però è anche vero che quelli che lo suonano hanno il suono tutti uguale oltre che non è molto semplice suonarla! Io mi sono anche un po stufato della mia testata. Mi sento un po limitato. In passato ho provato una testata Aurumite taglio "soloist" della Powell ed era tutta un'altra storia. Due mondi completamente diversi. Suono più aperto, potente per la Powell.
 

MaxEly

Member
9 Settembre 2019
5
0
Buona sera, ho trovato una buona occasione per il black friday su un Powell sonar è 705, voi cosa ne pensate? so che non è un "vero" Powell, però ho letto che adesso a parte le meccaniche prodotte in cina è poi assemblate a Boston sia chestata che corpo vengono prodotti artigianalmente negli USA, secondo voi ne vale la pena? sarà uno strumento affidabile?
 

WhiteCat

Member
14 Agosto 2019
7
0
Buona sera, ho trovato una buona occasione per il black friday su un Powell sonar è 705, voi cosa ne pensate? so che non è un "vero" Powell, però ho letto che adesso a parte le meccaniche prodotte in cina è poi assemblate a Boston sia chestata che corpo vengono prodotti artigianalmente negli USA, secondo voi ne vale la pena? sarà uno strumento affidabile?

Io suono un Powell (un vero Powell)...ed ogni volta che mi si presenta qualcuno con un Sonarè...(chiamandolo Powell)...mi prende il nervoso.
Se vuoi un Powell compra un Powell! Ma ti prego non prendere un Sonarè, che di Powell ha a malapena la testata (probabilmente la testata più economica che hanno, gli scarti poi vengono montati sui Sonarè, visto che l'ho provata e mi sembra diversa). Quindi è scritto "signature" ma ti garantisco che non sono assolutamente le stesse!
Lato meccanico, sicuramente è economica (ovviamente niente a che vedere con una Powell), decisamente made in china. Quindi anche con una buona testata fai ben poco.
Assemblati in USA? probabilmente da tecnici ubriachi.
 

MaxEly

Member
9 Settembre 2019
5
0
Immaginavo... la mia maestra di flauto quando ero piccino, lustri fa, suonava un Powell "vero" e mi piaceva davvero tanto... certo mi piacerebbe molto prenderne uno, peccato che il più base super base costa come uno yamaha, ma non flauto... un x Max 400 abs!!! e che diamine, va bene tutto ma questi flauti professionali hanno davvero dsi costi a mio avviso totalmente ingiustificati, l'argento costa poco più di 400 euro kg. e la manifattura ok fatta a regola d'arte ok tanta maestria e bla bla bla, ma neanche un mosaicista su una superficie da un ettaro ha il coraggio di chiedere certe cifre...
 

Larrieu

Costruzione e Manutenzione
Staff Forum
4 Luglio 2019
170
5
Ogni volta che mi capita un Sonarè in revisione, devo lavorarci per ore e ore e ore sia sulla feltratura che sui tamponi che non chiudono alla perfezione...e tutto questo per farlo andare non bene..ma decentemente! Assolutamente non posso credere che dei tecnici esperti come quelli della Powell americani li guardino! Non è possibile che li facciano passare così.
Confermo inoltre che la testata Signature non è la stessa che montano i Powell. Basta solo vedere il rivestimento. Mentre quelli della Powell assolutamente no. Giusto per dirti, una Briccialdi Step1 (cioè la più economica della Briccialdi) suona meglio!
Riguardo i costi ingiustificati è sempre la solita storia. Un po il marchio blasonato, un po tutto quello che serve per mantenere il "baraccone" in piedi (con pubblicità, strutture etc..) e poi tutti i vari passaggi che i flauti hanno per arrivare fino al negoziante. Certo non è sano, ma intanto al povero alunno viene fatto credere che è normale spendere 4mila euro per un Muramatsu d'alpacca con sola testata d'argento, e allora tutto il resto vien da sè!
 

Gaubert

Member
14 Agosto 2019
8
0
Avevo visto anch'io quest'offerta. A parte il fatto che da come si presentava l'inserzione, la cosa puzzava di fregatura già al principio!
Promozione valida solo per acquisti on line!?!? Eh si certo! Il flauto prima lo voglio provare, se mi piace lo pago, altrimenti te lo restituisco (così come fa una nota casa produttrice italiana)
Già questi Sonarè non godono di buona fama, se poi mi proponi un'offerta solo online, significa che devi far fuori le scorte di magazzino e mi mandi il flauto più schifoso che hai, solo perchè dal vivo non lo venderesti mai.